Attività

La nostra attività è centrata sulla diagnosi e la terapia chirurgica delle malattie neoplastiche e infiammatorie del pancreas. Nell’unità di Chirurgia del Pancreas vengono eseguite ogni anno più di 1100 visite ambulatoriali e vengono erogate circa 250 prestazioni in day hospital, in collaborazione con le altre unità operative afferenti all’Istituto del Pancreas. I ricoveri ordinari sono circa 700, le resezioni pancreatiche per anno circa 260. La percentuale di pazienti extra-regione è maggiore del 70%. L’esperienza, soprattutto in chirurgia pancreatica, conta: è stata dimostrata infatti una forte correlazione tra il volume chirurgico, in termini di numero di interventi eseguiti, e risultati. Per maggiori informazioni clicca qui. Di seguito una sintesi della nostra attività clinica e chirurgica:  

 

Ambulatori di Chirurgia Pancreatica

L’attività di ambulatorio di chirurgia pancreatica è diversificata in base al tipo di visita e in base al tipo di patologia. Attualmente sono attivi i seguenti ambulatori: 

  • Ambulatorio di chirurgia pancreatica (Istituto del Pancreas, Giovedì ore 11). 
  • Ambulatorio neoplasie cistiche del pancreas (ANCIP). Eseguito a cadenza settimanale (Martedì ore 15) per prime visite e visite di follow-up. Il responsabile è il Prof. Roberto Salvia.
  • Ambulatorio neoplasie neuroendocrine del pancreas (ANEP). Eseguito a cadenza settimanale (Mercoledì ore 11) per prime visite e visite di follow-up. Il responsabile è il Dott. Luca Landoni.
  • Ambulatorio divisionale della Chirurgia Generale B. E’ utilizzato principalmente per le medicazioni e i controlli clinici dell’immediato post-operatorio.
  • Ambulatorio di libera professione intramuraria, svolto dai nostri specialisti presso il Policlinico G.B. Rossi. 

Per prenotare una visita clicca qui.

 

Diagnostica delle malattie pancreatiche (Day Hospital) 

E’ possibile eseguire in ricovero diurno, con la collaborazione multidisciplinare di Gastroenterologi, Endoscopisti, Radiologi, e Patologi dell’Istituto del Pancreas, una serie di indagini cliniche, radiologiche e di laboratorio incluse nei pacchetti AMID (ambulatorio integrato diagnostico) dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona. Per maggiori informazioni sui pacchetti AMID dedicati alla patologia pancreatica clicca qui. In particolare, in pazienti con sospetta neoplasia pancreatica, è possibile eseguire agoaspirati percutanei ecoguidati del pancreas o del fegato (U.O. di Radiologia e Servizio di diagnostica citopatologica) ed ecoendoscopie con aspirato pancreatico (U.O. di Endoscopia Digestiva). In caso di prelievo percutaneo il risultato dell’esame citologico è normalmente fornito in giornata. Per le neoplasie cistiche del pancreas è possibile eseguire ecoendoscopie con analisi biochimica del liquido intracistico ed esame citologico (U.O. di Endoscopia Digestiva).   

 

Diagnostica preoperatoria (Day Hospital)

In pazienti candidati a chirurgia che necessitino prima dell’intervento approfondimenti diagnostici (esami radiologici, esami del sangue, esami cardiologici) è possibile aprire una cartella di pre-ricovero ed eseguire le suddette indagini presso il day hospital, senza necessità di degenza ospedaliera. La cartella viene automaticamente trasmessa al reparto prima del ricovero per l’intervento chirurgico programmato. 

 

Chirurgia Oncologica del pancreas

Nei soggetti con una neoplasia pancreatica aggressiva operabile eseguiamo interventi chirurgici con finalità di radicalità oncologica (asportazione in blocco del tumore e dei linfonodi regionali, possibilità di asportazione di linfonodi a distanza e di resezione vascolare venosa). In caso di neoplasie benigne o a bassa aggressività è talvolta possibile eseguire interventi più conservativi, che risparmiano una maggiore quantità di pancreas. Per maggiori informazioni sugli interventi eseguiti per le neoplasie pancreatiche clicca qui.  

 

Chirurgia mini-invasiva del pancreas

La chirurgia mini-invasiva consiste nell’eseguire interventi chirurgici attraverso piccole incisioni sulla parete addominale e apparecchiature chirurgiche dedicate. E’particolarmente indicata per le neoplasie benigne o a bassa aggressività della coda del pancreas. Tuttavia, è anche possibile – in casi selezionati – applicare tali tecniche su piccoli tumori più aggressivi. Il programma di chirurgia laparoscopica del pancreas è iniziato nel 2005, dal 2012 eseguiamo interventi anche con tecnologia robotica. Il referente della chirurgia pancreatica mini-invasiva è il Dott. Giovanni Butturini. Per maggiori informazioni sulla chirurgia mini-invasiva del pancreas clicca qui.

 

Chirurgia delle malattie infiammatorie del pancreas

Nei pazienti con pancreatite acuta severa, l’intervento chirurgico è riservato a casi complicati non risoltisi con la terapia medica. In casi selezionati, è possibile anche intervenire con tecniche mini-invasive. Anche le pseudocisti pancreatiche, complicanze della pancreatite acuta, possono essere drenate per via chirurgica. Gli interventi per pancreatite cronica vengono eseguiti generalmente in caso di dolore non controllato o sospetto di neoplasia. Per maggiori informazioni sulla chirurgia della pancreatite clicca qui.  

 

Termoablazione per radiofrequenza

Questa particolare metodica è applicata sull’adenocarcinoma duttale localmente avanzato, che coinvolge vasi arteriosi vitali e che, secondo la letteratura corrente, non beneficia di interventi chirurgici con intento radicale. A Verona è stata sperimentata una nuova tecnica chirurgica che utilizza la radiofrequenza per distruggere quanto più tumore possibile. E’ una metodica ancora sperimentale, tecnicamente complessa, i cui dati preliminari sono incoraggianti. Per maggiori informazioni sulla radiofrequenza delle neoplasie pancreatiche localmente avanzate clicca qui.  

 

Trattamenti Palliativi

I trattamenti palliativi sono indirizzati alla risoluzione di sintomi spesso causati da neoplasie del pancreas. Il posizionamento di una protesi biliare per via endoscopica o percutanea può essere una soluzione provvisoria per risolvere l’ittero in attesa di un intervento chirurgico radicale o può essere necessaria in pazienti itterici con neoplasia avanzata. Similmente, gli interventi chirurgici di bypass biliare e/o gastrico sono eseguiti in caso di neoplasie non asportabili con intento radicale.